Canon EF-S 17-55 f/2.8 IS USM – La prova “emozionale”

Come i miei 25 lettori sanno già, non amo molto le recensioni ipertecniche dell’attrezzatura fotografica ed onestamente in rete ne trovate quante ne volete.

Quello che trovate sul mio blog sono recensioni che io chiamo “emozionali” perchè vengono dall’esperienza sul campo (quanto più possibile approfondite) e non toccano aspetti troppo tecnici come le prove fotografando fogli di carta graduati ed amenità simili ;-). In questa occasione tocca al mio fido EF-S 17-55 f/2.8 IS USM, che al di la della sigla è uno zoom “standard” (definito tale perchè dotato di focali mediamente tra le più utilizzate) e dedicato al mondo APS-C di Canon (qualcuno forse sa che sono un fotografo ostinato utilizzatore di sensore ridotto 😉 ). Vi ricordo quindi che non lo potete montare su reflex Full Frame.

Uso questa lente da due anni intensamente e vi posso dare quindi un parere piuttosto “competente”. Comincio con il dire che la lente ha un prezzo intorno ai mille euro, ma lo trovate anche a 800 se cercate bene. Non un prezzo popolare sicuramente e questo è uno dei difetti. Continuando con i difetti la lente non ha una costruzione del tutto degna di uno zoom del suo prezzo. La ghiera di messa a fuoco e quella dello zoom sono fluide e precise, ma l’assemblaggio lascia “traballare” un po’ la struttura e scuotendo leggermente il barilotto si sente muoversi la ghiera dello zoom. La sensazione di solidità non è “completa”, diciamo, manca qualcosa per essere definito uno zoom dalla costruzione top.
Detto questo, non parliamo certo di un plasticone, ma per la cifra che costa sarebbe piacevole avere un assemblaggio più vicino ad una serie L. Ripeto: non è male, ma potrebbe essere migliore.

Lo stabilizzatore d’immagine arriva a farmi scattare a mano libera a tempi piuttosto bassi, anche sotto il decimo di secondo a 55mm, quindi direi che funziona bene. Non so se siano  3 stop reali, ma comunque ne sono molto soddisfatto; unica pecca è forse la non totale silenziosità del meccanismo IS che fa percepire un po’ di “ronzio” quando si attiva, ma nulla per cui chiamare Canon disperati 😉

Sul barilotto troviamo i due switch per settare la messa a fuoco automatica o manuale e per disinserire lo stabilizzatore per risparmiare batteria quando non serve a nulla. Il meccanismo di messa a fuoco continua permette di regolare il fuoco manualmente anche con la lente in modalità fuoco automatico. Nessun elemento ruota sul fronte del barilotto permettendo un agevole utilizzo di eventuali filtri pola circolari.

Modificando la focale lo zoom aumenta e diminuisce la sua estensione e questa è una delle caratteristiche che amo meno degli zoom, condivisa purtroppo da tantissime lenti. In questo caso l’escursione è di un paio di centimetri ed il meccanismo (almeno nel mio esemplare) non è molto difficile da muovere accidentalmente essendo piuttosto morbido.

La lente è 2.8 fissa su tutte le focali, cosa per me quasi indispensabile in uno zoom perchè non sopporto che modificando la focale io non sappia mai a che diaframma sto lavorando, quindi pregio importante. La messa a fuoco mi pare davvero rapida ed abbastanza precisa (io sono molto critico sulla precisione delle messe a fuoco automatiche quindi non sono mai contento) e la silenziosità del meccanismo in questo caso è notevole.

La nitidezza della lente è sicuramente uno dei suoi grossi pregi. Questo barilotto di vetro è nitido a tutte le focali, già da tutta apertura, per diventare una lama di rasoio quando tocchiamo f/5.6-f/8 che sono i suoi diaframmi bomba per quanto concerne la nitidezza. Molto più facile sbagliare messa a fuoco che avere un’immagine morbida per colpa del cicciuto 17-55.

Nessuna compressione o postproduzione, crop 100%, EF-S 17-55 f/2.8 IS USM a 55mm f/4.0 iso 100 e 1/250 sec – Cliccate per la versione a grandezza naturale

Lo zoom è in effetti piuttosto voluminoso e non leggerissimo, con il suo diametro 77mm di innesto filtri, e si fa notare e sentire nella vostra borsa, ma in termini di qualità il sacrificio viene certamente ripagato perchè a mio avviso rappresenta uno dei migliori (se non il migliore) zoom per Canon APS-C presente sul mercato.

Dal punto di vista dello sfocato (o bokeh come piace ai puristi) trovo che la lente si difenda bene e, specialmente a tutta apertura ed a 55mm, credo si possano ottenere risultati piacevoli. Se volete meraviglie da questo punto di vista la vostra lente ideale non è uno zoom tuttofare, ma come vedete dalla foto che segue i risultati non sono affatto male.

EF-S 17-55 f/2.8 IS USM a 55mm f 2.8 – nessuna postproduzione

Se siete abituati ad uno zoom standard 18-55 che a 55mm arriva al massimo a 5,6, vedrete sicuramente miglioramenti abissali dal punto di vista del bokeh.

Anche per quanto riguarda contrasti e colori la riproduzione mi pare fedele senza introduzione di particolari dominanti.

Parlando delle sempre presenti problematiche relative alla fisica di qualsiasi ottica ovvero distorsione, aberrazione cromatica e vignettatura devo confessarvi che in tutta onestà non sono per niente maniaco delle ottiche perfette (anche perchè non esistono) e credo fermamente che i piccoli difetti di ciascun obiettivo contribuiscano spesso all’aggiunta di “carattere” e personalità ad uno scatto. Il nostro EF-S distorce e vignetta un po’ a 17mm e mano mano sempre meno fino a 55, ma il tutto è ottimamente controllato e non sento quasi mai l’esigenza di correzioni con Lightroom, tranne quando mi tocca fotografare una persona con focali sotto al 35mm (ovvero quasi mai 😉 ).

La lente fa flare, spesso in modo disperato ^_^. Se c’è una luce nella vostra inquadratura probabilmente vedrete un bel caos di luci e lucette fantasma che impestano la vostra fotografia. Ma … santa pazienza … perchè non dovrebbe ? Lo sapete che le ottiche lo fanno spesso e specialmente gli zoom (anche quelli di elevatissimo livello) quindi se non volete flare non fotografate le luci, semplice. Altrimenti godetevi il vostro flare, che a me piace da matti.
Ok se fate architettura e foto di interni forse non lo amerete quanto un ritrattista, ma tant’è. Questa lente fa flare, ma ne fa anche il 24-105 serie L, e comunque non sempre è drammatica la cosa. Vedete solo di non violentarla troppo 😉

EF-S 17-55 f/2.8 IS USM a 33mm f/2.8 1/3200 sec. a 400ISO

Le aberrazioni cromatiche non sono assenti, ma sono limitate alla ampie aperture ed alle condizioni un po’ limite. Una passata con LR e spariscono (o quasi). Non ve ne preoccupate più di tanto.

Dal punto di vista dell’utilizzo sul campo quindi, la lente in oggetto si può far apprezzare da una larga fascia di utenti. E’ pratica, contenendo un sacco di focali utilissime, è luminosa quanto basta per fare un po’ di tutto, è stabilizzata non male ed è un piacere utilizzarla in tante occasioni in cui un intero corredo non è pratico. Il piacere di utilizzo consiste anche nel vedere che i propri sensori, zeppi di pixel, non sono “tarpati” da una lente con risolvenza inferiore alle aspettative. Se fosse costruita come una serie L il piacere sarebbe ancora superiore, ma forse non si può avere tutto.
La userete per panorami, dettagli, ritratti, reportage (matrimoni compresi) in interno ed all’esterno vista la sua gamma di focali versatile e la sua ampia apertura costante.

EF-S 17-55 f/2.8 IS USM a 47mm f/2.8 – 1/13 sec mano libera – 400 ISO

Una lente non perfetta e che nel mio caso succhia anche polvere che piano piano si accumula all’interno della lentona frontale (non è visibile nelle foto, non vi preoccupate, ho già sentito Canon da tempo e mi consigliano di fregarmene bellamente ^_^ ), ma di certo una lente di carattere, che sa fare tante cose e le sa fare bene.

Ve la consiglio se volete un tuttofare per APS-C che non vi deluda e se avete i soldi per comprarla ovviamente. Se la trovate usata da qualcuno che è passato a Full Frame è un sistema per averla ad un prezzo inferiore, ma controllate bene come è stata usata. Niente botte sugli usati fotografici mi raccomando 😉

Se avete pareri e commenti su questa lente fateli pure; se pensate che questo mio scritto possa interessare ad altri condividetelo sui social network usando i tastini appositi in testa e coda articolo.

Fate i bravi … condividete ^_^

Ciao a tutti e buona luce da Neoz  !

2014-02-12T23:34:06+00:00 gennaio 19th, 2012|Prove e Recensioni|33 Comments

33 Comments

  1. Daniele 14 febbraio 2012 at 00:15

    ciao
    in primis volevo complimentarmi per questi articoli “emozionali” (ce ne fossero in rete di così chiari e diretti!!) che ho piacevolmente letto con estremo interesse.
    Desideravo un parere per l’aquisto di un’ottica luminosa per ritratti ma non solo,ed ero indeciso tra il 24-70L e questo 17-55 che hai recensito che mi sembra davvero ottimo visto che cmq in APS-C sarebbe quasi anologo al “rosso” o magari il 100 macro L…
    grazie in anticipo x la risposta

    • Neoz 14 febbraio 2012 at 01:13

      Grazie Daniele, sono felice che il mio “taglio editoriale” ti piaccia 🙂
      Personalmente ritengo che per un utente sia meglio sentir parlare di impressioni reali piuttosto che di curve MTF e grafici di prestazioni sulla carta.

      Passando al consiglio per te ti posso dire che fatico sempre a consigliare ottiche perchè sono molto personali ed ogni fotografo scatta a suo modo. Io per esempio nel ritratto appena posso uso i fissi e lascio stare gli zoom.

      Detto questo il 24-70 è una ottima lente (non costa nemmeno poco) anche se da poco è stata presentata la nuova versione II (a prezzo folle). Per anni l’hanno usata tanti professionisti.
      Se non pensi di passare a full frame onestamente il 17-55 ha in più la stabilizzazione, è un po’ meno grosso e otticamente non sfigura di certo.

      Una lente come il 100 macro (di cui posseggo la versione non stabilizzata) è completamente differente da uno zoom come i precedentemente citati. Va scelta se prediligi i primi piani e comunque prevedi di scattare in ampi spazi. Ricorda che su APS-C diventa un 160 mm. Eccellente per primi piani, ma troppo lungo anche per il mezzobusto.

      Perchè non tagli la testa al toro e ti prendi un 50mm f/1.4 ? Ci fai di tutto e per i ritratti è splendido. Leggero, maneggevole, compatto e … non sono 1000 euro di lente 😉

      Buona luce !

  2. Stefano 16 febbraio 2012 at 13:31

    Ciao. Ho percepito la tua emozione con la quale hai descritto la lente al punto che mi hai quasi convinto all’acquisto. Premetto alla mia 550D abbino un 18-55 is che era in dotazione alla mia precedente 450D e successivamente ho acquistato il 50 f1.4 e da pochissimo il bianchino 70-200 f4 L USM non stabilizzato. Dirai, perchè ti scrivo ?
    Beh, voglio sostituire il 18-55 che non mi soddisfa assolutamente e mi sembra di capire che a questo punto avrei completato il parco focali facendo un buon salto di qualità. Fotografo principalmente durante i viaggi, panorami natura animali un po’ di tutto, ma ho ancora molto da imparare. Grazie se vorrai darmi qualche suggerimento e ancora complimenti. Stefano

    • Neoz 16 febbraio 2012 at 14:21

      Ciao Stefano e grazie dei complimenti.
      Il 18-55 non è affatto un cattivo zoom. Per quello che costa pesa poco, è nitido e silenzioso e fa il suo dovere. Il limite più grande è il diaframma (specie 5,6 a 55mm) non idoneo a dare quel mordente alle tue foto usando lo sfocato selettivo (che tanto amo).
      Il 17-55 f/2.8 è un ottimo acquisto se stai su APS-C, il suo difetto più grande è proprio il fatto che non te lo puoi portare su FF.
      Io comunque lo cercherei usato fossi in te. In tanti lo vendono proprio per passare al pieno formato e spesso lo trovi seminuovo a prezzi convenienti.

      E … come dico sempre … le case costruttrici dovrebbero abbassare il prezzo delle lenti, ma questa è un’altra storia.

      Ciao e a presto !

  3. Fabio 22 aprile 2012 at 11:18

    Ciao volevo farti i complimenti per la recensione ed è grazie a questa che mi sono deciso ad acquistare questa lente però volevo chiederti un consiglio, io ho riscontrato sul mio esemplare che muovendo la ghiera dello zoom avanti e in dietro c’è un piccolo gioco che è fastidioso e in un ambiente silenzioso si sente abbastanza .
    per caso anche il tuo esemplare ha lo stesso gioco ???
    Ha 3 giorni di vita lo riporto indietro ?
    Se mi rispondessi mi faresti una grande cortesia
    Ciao

    • Neoz 22 aprile 2012 at 11:29

      Ciao e grazie per i complimenti.
      Un minimo di gioco lo ha anche il mio esemplare, ma niente di cui mi sia mai posto il problema.
      Se non sei sicuro portalo a controllare ad un centro autorizzato Canon o chiedi al negoziante se ha un’altro esemplare da verificare 🙂

      Ciao e buone foto !

  4. Davide 17 maggio 2012 at 12:43

    Ciao! Complimenti vivissimi per il tuo blog. Ho guardato un paio di tue review su youtube e volevo farti i complimenti per la spontaneità dei tuoi commenti. Sono d’accordo con te nel dire che troppi dettagli tecnici non aiutano nessuno, viceversa un l’esperienza condivisa, sì. Perciò grazie, ho letto volentieri questa recensione anche se già possiedo questa ottica e anche io ne sono felicemente soddisfatto! ciao, Davide

    • Neoz 17 maggio 2012 at 14:29

      Grazie ! Commenti come il tuo mi ripagano piacevolmente del tempo investito nella creazione di contenuti !
      Un saluto ! Neoz

  5. carlo 18 agosto 2012 at 14:08

    Molto utile,grazie,sono in procinto di acquistarla .

  6. Monica 5 settembre 2012 at 08:43

    Grazie!
    ero quasi invogliata a venderla questa lente, poi, leggendo la tua recensione mi sono convinta che non è un problema di lente ma che son io un’asina! 😉 (…avevo già il sospetto da un po’, ma qua mi son convinta!).

    Comunque, grazie anche perché è veramente chiaro e semplice quello che scrivi, che anche una disperata come me ha compreso cose che in altri luoghi erano aramaico.
    Ora che ho scoperto il tuo blog, mi farò un giro per “imparare” e capire nuove cose.

    Ciao!
    Monica

    • Neoz 5 settembre 2012 at 16:37

      Sono sempre felice di leggere commenti come il tuo 🙂 La mia idea è proprio quella di parlare senza troppi tecnicismi in modo da arrivare anche a chi non ne è per nulla appassionato e comunque intende realizzare ottime foto e non paragonare i dati ed i diagrammi degli obiettivi ^_^ La fotografia si fa con tante cose, l’ultima di queste sono i dati tecnici 😉
      Grazie e torna a trovarmi (tra un po’ ricomincio a seguire meglio il blog).
      Neoz

  7. Roberto 9 settembre 2012 at 16:31

    Ciao.
    Volevo complimentarmi per la recensione “emozionale” e sincera
    nella quale condivido diversi punti, amo il flare e lo sfocato quindi perchè non acquistare un esemplre ?
    In questi giorni sono alla ricerca di un usato (la cosa mi fa un pò paura),
    ma mi spaventava un pò il fatto che i venditori dichiarassero che all’interno della prima lente ci fosse un pò di polvere.
    Letto la tua recensione sono più tranquillo, ma ti faccio una domanda .
    Quali sono le cose a cui devo stare più attento quando andrò a visionare il “barilotto” usato da montare sull mia 7D.
    In attesa di una tua gentile risposta
    cordiali saluti
    Roberto

    • Neoz 10 settembre 2012 at 01:23

      Grazie Roberto !

      Quando vedi la lente ispezionala bene e muovi bene le ghiere per sentire se hanno dentro sabbia o altro, controlla bene i vetri che puoi vedere per eventuali infiltrazioni di acqua o umido.
      Qualche segno di usura ci può stare ma se noti botte o ammaccature lascia stare.
      E prova assolutamente la lente sulla tua reflex scattando qualche foto per vedere se l’autofocus è a posto e se le foto che ottieni sono a posto.

      Prenditi il tempo necessario. Se il venditore è onesto te lo farà provare bene e visionare con cura in un posto comodo (non fuori dall’auto in bilico).

      Buona valutazione ! 😉

      • roberto 11 settembre 2012 at 00:22

        Gentilissimo 🙂
        Buoni scatti 😉

  8. Fabio Boer 11 novembre 2012 at 11:51

    Ho scoperto il tuo blog perché incuriosito dallo zoom che ha preso un mio amico. Purtroppo io sono nikonista convinto. Peccato, perché le tue recensioni sono veramente chiare e coinvolgenti da leggere.

    • Neoz 12 novembre 2012 at 11:39

      Ciao Fabio ! Non disperare, come vedi dalla recente preview della Nikon D600 a volte metto mano anche su prodotti non Canon e su accessori utili a tutti 😉 Torna a trovarmi quindi ! Ciao ciao !

  9. Pietro 9 dicembre 2012 at 13:54

    Complimenti per l’articolo.Hai descritto molto bene l’obiettivo senza cadere troppo nel tecnico.
    Volevo sottolineare anche io la tendenza dell’obiettivo a raccogliere polvere.
    Avevo già letto di questo suo difetto prima di comprarlo.Tuttavia pensavo a una cosa più lontana nel tempo.Invece un paio di giri nei boschi mi sono bastati perchè la lente frontale si riempisse di grossi granelli di polvere.Da guardare è veramente preoccupante,tuttavia non sembra influire in maniera percepibile sulla fotografia.
    Però in youtube si trova un videotutorial(in inglese,ma con le didascalie a fumetto che aiutano) che illustra il modo corretto per smontare la lente frontale di questo obiettivo,pulirla e rimontarla,se fosse necessario.
    Un’altra cosa che mi ha causato disappunto:tornavo dalla solita passeggiata nei boschi ma con 3-4 gradi sottozero.
    Ho fatto appena in tempo a rientrare in casa(22 sopra lo zero) e a togliere la macchina dalla borsa,che la lente frontale dell’obiettivo,purtroppo dalla parte interna,era completamente appannata.Mi sono affrettato ad asciugarla con il phon prima che si formasse una goccia di condensa e colasse giù per la lente.Non mi era mai capitato nemmeno con il 18-55(il palsticotto per intenderci), e questo incidente mi è dispiaciuto molto.
    E’ quindi una lente molto passibile delle condizioni climatiche esterne.Per il resto è uno di quei vetri a cui può capitare di rimanere montato per giorni e giorni sulla macchina fotografica.Un classico tuttofare.

  10. William 30 gennaio 2014 at 13:12

    Ciao ti faccio i complimenti per la recensione del Canon! Ti scrivo perché ho preso oggi stesso il Canon che hai recensito sopra, dopo un po’ di indecisione. Il mio dubbio era tra tre lenti il 15-85 IS USM, il 17-40 L USM e il 17-55. Ho una Canon 600D per cui ho preferito l’obiettivo per APS-C, che ne pensi in merito.
    Complimenti ancora!

    • Neoz 31 gennaio 2014 at 14:43

      Ottima scelta per me. Se non intendi passare a FF nell’immediato futuro, la lente è la migliore disponibile in quella fascia di focali.
      Ciao ciao

  11. Nicolò 28 agosto 2014 at 17:16

    Complimenti per l’articolo chiaro, semplice e comprensibile! siete in pochi a scrivere in maniera così facile di fotografia!
    Sono entrato da poco nel mondo della fotografia e sto pensando di acquistare un nuovo corpo macchina.. la mia indecisione però è snervante.. vorrei saltare il segmento Entry Level in quanto vorrei un corpo macchina solido, resistente e perché no che duri nel tempo… la mia indecisione si spalma in particolare su Nikon D7100, Canon 70D e 7D.. in questo momento ho la fissa della 7D perché mi è stata proposta usata con poche decine di migliaia di scatti.. che in questo momento è a fare il check up da canon (è venduta dal negozio, quindi per la garanzia hanno fatto il controllo prima di venderla)… con questo corpo mi piacerebbe montare proprio un 17-55.. e l’ampiezza focale di questo obiettivo mi attira molto (2.8.. mica male!!)… in ogni caso la mia domanda oltre al corpo macchina è rivolta proprio a questa lente.. ho visto su internet che sono disponibili modelli “simili”(parliamo di dati.. non qualità costruttiva ecc) tipo di aziende come sigma, tamron ecc.. secondo te possono essere affidabili come questo oppure… meglio lasciare perdere e mettere via i soldi?

    P.S. ho fatto l’università a pavia e alcune tue foto mi portano indietro a qualche anno fa!!

    • Neoz 1 settembre 2014 at 00:01

      Ciao e grazie per i complimenti 🙂
      Onestamente ho visto tante lenti similari e credo che per APS-C Canon la migliore sia ancora il 17-55 IS 2.8.
      Ai tempi in cui usavo le reflex a sensore ridotto adoravo quella lente. Puoi trovare tante altre cose, come anche il sigma 18-35 f/1.8, ma come rapporto qualità, versatilità e prezzo, credo che il vincitore rimanga ancora il 17-55.
      Costicchia, lo so, e se prendi un tamron 17-50 2.8 spendi molto meno.
      Valuta se puoi fare il sacrificio per il Canon o se è troppo caro per te.
      Se lo è la decisione migliore forse è il Tamron 17-50 che costa molto meno del 18-35.

      Come macchina io oggi starei su 70D. Adoro quel corpo e non credo le manchi molto rispetto a 7D. Ha invece alcuni vantaggi interessanti che puoi leggere nella recensione.

      Ciao ciao !

  12. Vincenzo 18 novembre 2014 at 18:15

    Ciao su un gruppo di Facebook ho letto riguardo al 17-55: Io l’ho preso per una 70d…ma non riesco ad ottenere ciò che pensavo. Qualcuno mi ha detto che la tecnologia della macchina male si accoppia con questo obiettivo….a malincuore sto pensando di venderlo dopo solo un paio di mesi….
    Io ho una 70D e lo volevo acquistare, sai dirmi qualcosa sul commento che ho riportato sopra?
    Grazie, gentilissimo

    • Neoz 20 novembre 2014 at 23:28

      Ciao ! Ho usato per un annetto il 17-55 2.8 ma non con 70D, lo usavo con 7D e 60D ai tempi.
      Mai avuto un problema. Non credo che possano esserci problemi con 70D. L’unica “rivoluzione” di questa macchina è il sistema di messa a fuoco Dual Pixel Cmos AF che funziona solamente con il live view.

      Quali sono i tuoi problemi ? Sicuro che non ti fai influenzare da dicerie da fonti poco attendibili ?
      Hai fatto testare il tutto da qualcuno che si intende di fotografia (davvero, non i chiacchieroni 😉 ).
      Io non venderei mai quella lente se fossi utente di solo APS-C (ai tempi l’ho venduta per passare a FF).

      Fammi sapere.

      Ciao ciao !

    • William 21 novembre 2014 at 07:53

      Ciao io ho comprato il Canon 17-55 e l’ho utilizzato prima sulla 600d per un po’, poi ho acquistato la 70d e ti posso dire che l’accoppiata corpo macchina-obiettivo è fantastica. L’obiettivo è veloce alle richieste dell’autofocus della macchina, non perde un colpo, nessun problema di vignettatura, un leggerissimo effetto a barilotto alla focale 17mm ma niente di che. Però è molto nitido soprattutto a f5.6. Spero di esserti stato utile in parte.

      • Neoz 22 novembre 2014 at 02:43

        Grazie per la tua testimonianza William 😉

        Neoz

  13. Vincenzo 24 novembre 2014 at 09:19

    Vi ringrazio Neoz e William per i vostri consigli ed esperienza
    posso chiedervi un ultimo consiglio su che sito acquistare che sia serio ma allo stesso tempo che non mi dissangui? Grazie per la vostra disponibilità 😉

    • Neoz 24 novembre 2014 at 16:47

      Difficile rispondere. Ce ne sono tanti affidabili in giro per il web. Dal classico amazon.it ai più dedicati alla fotografia ed accessori.
      Solitamente preferisco comprare le lenti da negozi fisici per evitare qualsiasi problema nel trasporto.
      Se vuoi risparmiare comprando online verifica che il negozio sia serio e collaudato e che dia la garanzia che ti aspetti (italiana o europea che sia).
      Un buon punto di partenza può essere il motore di ricerca http://www.trovaprezzi.it che racchiude diversi store.
      Ciao ciao

  14. Giuseppe Nucara 9 ottobre 2016 at 18:38

    CIao e complimenti per la recensione….ho una canon 700 d eos con il 18 55….sono attratto dal 17 55….ho paura che non si sposa bene con la 700 d…secondo voi?

    Ciao a tuti

    • Neoz 11 ottobre 2016 at 17:38

      Secondo me va benissimo. E’ una delle migliori lenti per APS-C in commercio secondo me.
      Non credo che avrai alcun problema 😉

  15. Raffaele Auteri 18 ottobre 2016 at 12:27

    Scusa ma il commento precedente avra avuto qualche problema e si e cancellato quello che avevo scritto.
    Dunque ti scrivevo intanto i complimenti poi in poche parole avevo un 17-55 con una 70D acquistata da una settimana usata e mi sono trovato benissimo ma vista la mia mania di perfezione non sarei riuscito mai ad adoperare una macchina usata e ho acquistato una 80d nuova e dovrei ancora acquistare il 17-55 nuovo ma visto che mi dici che e facile che entri polvere mi sto trattenendo ad acquistarlo e la mia domanda e questa su gli ultimi esemplari visto che lo producono da ben 10 anni ce sempre lo stesso problema oppure mi consigli dell’altro anche non canon ma con le stesse qualità. Grazie

    • Neoz 16 novembre 2016 at 04:55

      Per me fregatene e prendi quello che va divinamente. La polvere è un non problema;)

  16. Giuseppe Nucara 25 ottobre 2016 at 09:20

    Grazie per il consiglio e complimenti per le tue recensioni…mi sa che tra ppco comprero’ il 17 55..costicchia.pero’ mi sa che ne varra’ la pena….

  17. Raffaele Auteri 24 novembre 2016 at 17:05

    Grazie Neoz

Comments are closed.