• Phottix Mitros Flash TTL recensione Neoz

Phottix Mitros: il flash senza compromessi

Recensione flash Phottix Mitros TTL – Introduzione

Chi segue il mio blog sa bene che mangio flash per colazione 🙂 Negli ultimi anni ne ho utilizzati molti, testati altrettanti, e fanno parte del mio lavoro di fotografo di ritratto e matrimonio e docente di fotografia.

Forse saprete anche che sono particolarmente amante delle unità speedlite compatibili e manuali, economiche e comunque piuttosto affidabili, che il mercato ci ha offerto negli ultimi anni.

In questo caso vi voglio parlare invece di una unità compatibile di Phottix, con caratteristiche complete di flash TTL per Canon e Nikon, che si integra perfettamente nei sistemi automatici proprietari, funzionando anche da master e slave in contesti wireless multiflash.

Il flash ha tutte le funzioni più utili e comuni ad un flash di fascia alta. In questo articolo non elencherò le caratteristiche, che potete trovare comodamente sul sito del produttore, ma vi racconterò la mia prova sul campo ed il feeling di utilizzo del prodotto, la sua  qualità costruttiva ed ergonomia.

Nella mia recensione, essendo utente Canon, parlerò specificamente della versione per questo marchio, ma la versione per fotocamere Nikon è uguale e presenta le medesime funzioni.

Costruzione ed ergonomia

Il Mitros di Phottix è un flash decisamente ben progettato e costruito. Al primo sguardo e quando lo si maneggia per la prima volta appare evidente l’intenzione del produttore cinese di non realizzare un prodotto economico e al risparmio, ma un flash compatibile che rivaleggia da vicino con i principali modelli di punta dei produttori di fotocamere.

Le plastiche utilizzate sono di eccellente qualità ed anche l’assemblaggio non è certamente realizzato in economia; nulla scricchola ed il prodotto appare solido e ben realizzato. Il feeling è immediato, i pulsanti sono giustamente reattivi e dal buon feedback tattile, il display è ampio e possiede una matrice di punti di piccole dimensioni, simile a quanto visto sui recenti modelli di punta di Nikon. La retroilluminazione del display è di colore verde e molto ben visibile anche in caso di scarsa luminosità ambientale. E’ richiamabile premendo il tasto dedicato, che permette anche di modificare la modalità di funzionamento (TTL, M, Multi).

Molto utile l’indicazione della carica residua delle batterie, sempre presente in alto a destra sul display, che permette immediatamente di capire quando è meglio dare energia fresca alla nostra unità, prima di rimanere tristemente a secco di luce gestita.

Lo sportello di alloggiamento delle batterie è buona qualità e pare poter resistere nel tempo senza cedimenti.

Il flash si accende mediante un interruttore a switch che rende il flash utilizzabile e pronto nel giro di meno di due secondi.

Gli altri pulsanti sono disposti piuttosto bene e correttamente distanziati, ma non assomigliano ai corrispondenti modelli di Canon o di Nikon; pertanto l’utilizzo di Phottix Mitros richiede un minimo di pratica per imparare il funzionamento dell’unità.

Sono presenti le utili prese syncro da 3,5mm e USB per poter aggiornare il firmware del flash (quando disponibile dal sito Phottix), ed è anche disponibile l’ingresso per collegare unità di alimentazione ausiliaria di Canon o Nikon, con l’apposito adattatore fornito in kit.

La movimentazione della testa del flash è piuttosto rigida, ma non presenta il meccanismo di blocco e sblocco presente ad esempio su 580 EX II di Canon, il che può a volte costituire un problema nel caso di modificatori piuttosto pesanti montati direttamente sulla parabola. In ogni caso la resistenza è maggiore di flash simili sprovvisti di blocco e non dovrebbe dare troppi problemi con modificatori standard come uno STOFEN od un GARY FONG e nemmeno con piccoli softbox dedicati ai flash portatili.

L’innesto del flash per la slitta a contatto caldo è in metallo e provvisto di blocco/sblocco rapido in stile Canon 580 EX II. Sistema rapido e funzionale che permette di risparmiare tempo rispetto al più consueto meccanismo a vite.

Sono presenti due led di stato che permettono di capire quando Mitros è carico e pronto al nuovo flash e quando è stata raggiunta un’esposizione corretta in modalità ETTL.

Presenti e facili da utilizzare (lo sblocco è rapido) i pannellini integrati per ampliare l’ancolo di campo coperto dal flash e per riflettere parte della luce quando il flash è utilizzato con parabola verso il soffitto.

Confezione e custodia

Capitolo a parte per il confezionamento del flash, che è a livello di quelli dei produttori più noti, con cavo syncro, cavo USB ed una chiavetta USB che contiene il manuale completo del prodotto in diverse lingue, italiano compreso (per voi non anglofoni 🙂 ).

La cosa che stupisce maggiormente è però la custodia per il trasporto, che è in assoluto la migliore che si sia mai vista per un flash (specialmente cinese). E’ realizzata in ottima cordura di nylon morbida e provvista di tasche laterali, di un anello per l’aggancio e di un comodissimo sistema per assicurare la custodia alla cintura dei pantaloni. Ha anche due tasche laterali che possono servire per alloggiare batterie di riserva, il cavo syncro, qualche gel di correzione colore, ed altri eventuali accessori. Vedendo solo la custodia pare di avere acquistato un prodotto da parecchie centinaia di euro. Una utilissima aggiunta per tutti i fotografi che utilizzerannno il flash in mobilità (me lo vedo già al cinturone durante i matrimoni 😉 ).
In una tasca interna è anche presente l’immancabile supporto da tavolo, anch’esso di qualità e robustezza sopra la media (provvisto di filettatura in metallo per il montaggio su di uno stativo).

Nella confezione ci viene fornito anche un diffusore dalla forma inconsueta, che si aggancia alla testa del flash e permette di estendere la portata in ampiezza del fascio di luce emesso.

Non possiamo chiedere di più alla dotazione di questa unità, che non ci fa assolutamente rimpiangere prodotti dal costo decisamente superiore.

Fredamily by Neoz - Phottix Mitros

Immagine realizzata con Phottix Mitros in modalità manuale utilizzando trigger TTL (Yongnuo YN 622 c) e griglia concentratrice di luce a nido d’ape

Sul campo

Mitros si maneggia bene, è piuttosto comodo da utilizzare sia in modalità ETTL, sia in modalità manuale. I comandi sono rapidi a reagire al tocco e piuttosto ben disposti. Le funzioni sono rapidamente accessibili utilizzando il comando multidirezionale centrale, con pulsante SET di conferma, e due ulteriori tasti posti alla sua sinistra.

Solo la compensazione flash (in modalità TTL) e la regolazione della potenza (in modalità M) non sono così immediate come in altre unità e richiedono la pressione del tasto SET seguita dalla pressione del controllo direzionale verso l’alto o verso il basso. Avremmo preferito una regolazione diretta con la pressione di un solo comando, ma in questo modo ci possiamo garantire la sicurezza di non regolare accidentalmente un parametro importante che influisce direttamente sull’esposizione finale della nostra fotografia. Tutto bene quindi, solo qualche istante in più per le regolazioni.

Nella prova abbiamo utilizzato Mitros in manuale e TTL utilizzando il flash montato sulla fotocamera e lo abbiamo invece controllato da trigger TTL (Yongnuo YN 622c di cui trovate la mia recensione qui) quando il flash è stato posizionato su stativo e con l’ausilio di modificatori di luce.

In tutte le modalità di utilizzo il flash a fornito una buona costanza di rendimento e si è dimostrato idoneo ad applicazioni piuttosto esigenti.

I suoi tempi di ricarica sono migliori della media dei flash di questa fascia, garantendo una ricarica completa da piena potenza di appena due secondi, e rimanendo attorno ai 3 secondi anche quando le batterie utilizzate non possedevano più la loro carica completa. La rapidità è superiore al modello 580 EX II di Canon.
Durante la ricarica il flash non emette alcun suono o fischio a cui spesso siamo abituati con le unità economiche, il che ci fa ben sperare anche per quanto concerne la qualità dei componenti elettronici utilizzati.

In modalità TTL il flash fornisce mediamente un po’ più luce rispetto al 580 EX II di Canon; ha quindi una differente taratura nell’esposizione. Questo non rappresenta un problema particolare, perchè il tutto è comunque compensabile utilizzando i comandi dedicati (fino a 3 EV in più o in meno), e comunque, utilizzando fotocamere digitali, una piccola sovraesposizione non fa certo male e può essere facilmente corretta in postproduzione senza minimamente alterare la qualità della nostra fotografia (anzi, per maggiori informazioni sull’argomento potete consultare il mio articolo sull’esposizione ETTR). Se questo vi da fastidio per la rapportatura delle diverse luminosità tra soggetto e sfondo, la compensazione dovrebbe invece risolvere il tutto.

Conclusioni

Mi sento di consigliare senza riserve questo Phottix Mitros, che mi ha soddisfatto appieno in tutte le modalità di utilizzo in cui lo ho sperimentato. Veloce nella ricarica, ottimamente costruito e con una dotazione di funzioni da primo della classe, non fa certo rimpiangere modelli dedicati delle case costruttrici dal prezzo due volte superiore.

Il suo prezzo si attesta sulle 250 euro, con due anni di garanzia della casa costruttrice. Un prezzo che appare adeguato alla qualità del prodotto, anche se superiore ad unità similari di altri produttori cinesi. La qualità complessiva è comunque al momento la migliore che abbiamo provato su di una unità flash compatibile di terze parti.

La durata ed affidabilità del prodotto non sono misurabili così semplicemente come le sue potenzialità operative, ma confido che la medesima attenzione alla costruzione esterna sia stata posta anche nell’assemblaggio e nella scelta della componentistica elettronica. I due anni di garanzia dovrebbero dare un messaggio chiaro sull’orientamento dell’azienda a prodotti di una certa qualità.

Vi ringrazio come sempre per aver seguito una mia recensione e vi chiedo la cortesia di condividerla sui social network per renderla fruibile da amici e conoscenti a cui potrebbe risultare utile. Grazie !

Ringrazio Sarti Fotografia per la gentile fornitura del prodotto per la recensione.

2013-10-29T00:53:23+00:00 ottobre 26th, 2013|Prove e Recensioni|Commenti disabilitati su Phottix Mitros: il flash senza compromessi