• Canon EF 35mm f/2 IS USM recensione test by Neoz

Canon EF 35mm f/2 IS USM – Provato sul campo

Canon EF 35mm f/2 IS USM – Provato sul campo

Come molti sanno non amo le elencazioni di caratteristiche tecniche, ma mi piace parlare di attrezzatura con specifico riferimento al comportamento sul campo. Per toglierci il pensiero diciamo però qualche caratteristica di questo obiettivo a focale fissa, per comprenderne le potenzialità prima di analizzare il suo comportamento nel mondo reale.

La lente è composta da 10 elementi ottici organizzati in 8 gruppi e copre un angolo di campo orizzontale di 68 gradi. E’ provvisto di un diaframma ad otto lamelle e focheggia ad una distanza minima di 24cm dal soggetto. Ha apertura minima di f/2.0 e massima pari ad f/22, un diametro di 67cm, un attuatore autofocus USM (ad ultrasuoni) ad anello ed uno stabilizzatore ottico da 4 stop di compensazione.

Pesa 335 grammi in 77,9 x 62,6 di dimensioni e monta un paraluce, che Canon simpaticamente 😉 non include nella confezione.
Tale paraluce, siglato EW-72, è onestamente di eccellente qualità, ma ha un prezzo spropositato.

Su corpi macchina APS-C la focale diventa equivalente ad un 56mm, avvicinandosi al classico 50mm standard.

La premessa è quindi quella di una lente concreta, ben realizzata ed utile per una vasta gamma di situazioni fotografiche.

Il suo prezzo oscilla in rete tra le 500 alle 600 euro al momento di scrivere questo articolo, un prezzo decisamente ridimensionato rispetto a quello di lancio, che superava le 800 euro.

Bene, ci siamo tolti il pensiero degli aspetti meramente tecnici e possiamo ora divertirci parlando di come questo strumento possa aiutarci come fotografi o fotoamatori 🙂

Vi anticipo che le immagini di questo articolo sono realizzate con EOS 5D Mark II; ho scelto un corpo full frame per mettere maggiormente alla frusta le qualità ottiche di questo obiettivo.

Canon EF 35mm f/2 IS USM recensione test by Neoz

Canon EF 35mm f/2 IS USM su Canon EOS 5D Mark II

[fontawesome icon=”home” circle=”yes” size=”large” iconcolor=”#ffffff” circlecolor=”” circlebordercolor=”” animation_type=”0″ animation_direction=”down” animation_speed=”0.1″]Costruzione ed ergonomia

Bisogna dire che il Canon EF 35mm f/2 IS USM, è una lente che colpisce immediatamente per la qualità costruttiva, decisamente migliorata rispetto alle lenti simili del passato. Potrà non impressionare chi è abituato alla serie L di Canon, ma è di certo di poco inferiore alla blasonata serie professionale. Appena impugnato il barilotto la sensazione percepita è di grande cura progettuale e costruttiva e viene subito voglia di montarlo sulla propria fidata reflex per metterlo subito alla prova.

Il peso e le dimensioni, se non lillipuziane, sono compatte ed ottimamente bilanciate, fondendosi perfettamente con i corpi macchina in mio possesso (EOS 5D Mark II ed EOS 70D).
I materiali sono plastici di elevata qualità e le parti in movimento (in realtà solo la ghiera della messa a fuoco manuale e gli switch per stabilizzazione e messa a fuoco) restituiscono un eccellente feedback.

Manca la tropicalizzazione, che onestamente potrebbe far comodo, ma per la maggior parte dei fotografi ed amatori questo non è un grande limite.
Anche il tappo della lente è di ottima fattura, essendo la nuova versione II dei tappi Canon, che finalmente emulano l’estetica di quelli di altri produttori, con la presa centrale per poterli agganciare e sganciare comodamente anche con il paraluce montato.

Il paraluce EW-72, che come accennato in precedenza non viene purtroppo fornito assieme alla lente, è di eccellente qualità costruttiva e si blocca perfettamente in posizione fornendo l’adeguata protezione per il flare e per urti accidentali. Il suo prezzo è folle e si attesta attorno alle 50 euro. Canon deve decidersi ad inserire un paraluce in ogni suo obiettivo che supera i 200 euro. E non è un parere personale 😉

Canon EF 35mm f/2 IS USM recensione test by Neoz

Canon EF 35mm f/2 IS USM su Canon EOS 70D

La focale

Chi compra un 35mm fisso conosce il significato della focale, o almeno dovrebbe 🙂
35mm è una focale di grande versatilità e può trovare impiego in una vastissima quantità di situazioni e generi fotografici.

Su corpi macchina full frame rappresenta un grandangolare non spinto ideale per il reportage, per ritratto ambientato, per paesaggio, street e per tante altre situazioni.

L’angolo di campo è piuttosto naturale, la distorsione piuttosto contenuta e da molti viene preferito come obiettivo “generico” al posto del tradizionale 50mm.

Su corpi EOS APS-C la sua focale appare moltiplicata fino a 56 mm, rendendolo comunque interessante viste le dimensioni compatte e le prestazioni globali.

Canon EF 35mm f/2 IS USM recensione test by Neoz

Canon EF 35mm f/2 IS USM

Sul campo, prestazioni e qualità

Un 35mm con apertura f/2.0 è una lente tremendamente versatile e la presenza di uno stabilizzatore di ultima generazione a 4 stop di compensazione ne fa una delle lenti più idonee allo scatto a mano libera, permettendo fotografie nitide fino a tempi di 1/3 di secondo.

Canon EF 35mm f/2 IS USM test by neoz

Canon EF 35mm f/2 IS USM + Lens Hood EW-72

La messa a fuoco automatica con questa lente è quanto di più rapido si possa desiderare; la sua precisione di altrettanto buon livello e la qualità di immagine ottenibile è realmente elevata. Il nuovo motore USM ad anello impiegato per la realizzazione di questo Canon EF 35mm f/2 IS USM è di ottima qualità, virtualmente silenzioso e di grande precisione. Ottimo quando utilizzato in combinazione con EOS 70D con il nuovo sistema di messa a fuoco derivante dalla tecnologia DUAL PIXEL CMOS AF.
Parlando di messa a fuoco, un’altra caratteristica benvenuta è la lunghezza fisica costante (internal focus), che facilita l’utilizzo ed il trasporto della lente.

La cosa che si nota di più a livello di difetti ottici è forse la vignettatura a f/2.0, che appare realmente molto visibile, ma che migliora sensibilmente fin dallo stop successivo (f/2.8) e che scompare praticamente del tutto ad f/4.0. E’ in ogni caso ben correggibile utilizzando Lightroom, che possiede il profilo della lente e si occupa di correggerne i difetti.
Le immagini che seguono sono assolutamente autoesplicative 😉

Canon EF 35mm f/2 IS USM - Vignettatura a f/2.0

Vignettatura a f/2.0

Canon EF 35mm f/2 IS USM - Vignettatura a f/2.0 corretta

Vignettatura a f/2.0 – Corretta con Lightroom 5

 

La distorsione è veramente contenuta e non necessita, tranne rari casi, l’intervento di correzioni in postproduzione, che, in ogni caso, sono semplici ed immediate con i programmi che supportano i profili lente. Nessun problema quindi per questo importante aspetto. Anche in questo caso le immagini ci aiutano a comprendere l’entità del fenomeno. Niente per cui chiamare a casa in ansia 😉

Canon EF 35mm f/2 IS USM - distorisione

Distorsione

Canon EF 35mm f/2 IS USM - distorisione corretta

Distorisione corretta

 

La nitidezza non è niente meno che eccellente al centro a tutte le aperture di diaframma, con un top raggiunto ad f/5.6 circa. Ai bordi le cose peggiorano davvero di poco, anche a diaframma tutto aperto, restituendo immagini davvero pronte, definite e ben “croccanti”, con qualche piccola pecca fino a f/2.8. Da f/11 la lente comincia a degradare leggermente la propria risoluzione per i consueti fenomeni diffrattivi, ma la qualità rimane comunque sufficiente per immagini di alta qualità.

Canon EF 35mm f/2 IS USM - Nitidezza

Per scaricare il pacchetto foto di questa scena a tutte le aperture di diaframma eccovi il link.

Eccellente la tenuta delle aberrazioni cromatiche laterali che rimangono a livelli davvero contenuti per tutto il range di aperture di diaframma.

Il bokeh (sfocatura) è di ottima qualità ed abbastanza raro per una lente grandangolare provvista di elemento ottico asferico, il che conferma l’ottimo progetto ottico di Canon nella realizzazione di questo 35mm fisso. Nella minigallery qui sotto potete visualizzare alcune immagini realizzate ad f/2 con lo scopo di enfatizzare l’effetto sfocato posteriore.

Canon EF 35mm f/2 IS USM - bokeh

f/2.8

Buona anche la tenuta del flare, che permette alla lente di lavorare in presenza di luci frontali o laterali senza troppo preoccuparsi della comparsa di riflessi fantasma. Quando questi ultimi compaiono non sono mai eccessivi e di grande dimensione.

Lasciando da parte i dati precisi sulle prestazioni la lente è comunque ottimamente bilanciata, leggera, rapida e fornisce immagini di qualità sia utilizzata per primi piani e dettagli, sia quando impiegata per panorami e soggetti distanti. Non sbaglia il fuoco nemmeno se la maltrattiamo e fornisce una piacevole sensazione di avere tra le mani un oggetto realizzato in modo eccellente. Sicuramente un piacere da utilizzare e una sicurezza a cui affidarsi per lavoro, specialmente se non si amano i pesi consistenti degli zoom e delle lenti “esoteriche”.

E’ una lente che può a tutti gli effetti definirsi obiettivo “standard” per molti dei quali preferiscono un po’ di ampiezza di campo in più su full frame e che può diventare un 56mm luminoso e stabilizzato su APS-C.
Un fisso con cui ho fatto di tutto, dalle foto di matrimonio, al reportage di eventi, al video (vedi sotto) e che faccio fatica a lasciare a casa per qualsiasi compito fotografico io debba svolgere.

Video

Inutile sottolineare quanto sia adatta al video una focale di 35mm. Se la uniamo ad una ampia apertura di diaframma e ad uno stabilizzatore ottico a 4 stop otteniamo una lente davvero idonea ad essere accoppiata alle più recenti Video DSLR.
Ho provato il Canon EF 35mm f/2 IS USM in accoppiata con EOS 5D Mark II ed EOS 70D per la realizzazione di video, e sono rimasto molto soddisfatto dalla resa e dalle prestazioni dell’autofocus con EOS 70D.

Ecco un paio di esempi realizzati di recente con questa lente.

Video recensione di EOS 70D (completamente filmata con EOS 70D e EF 35mm f/2.0 IS USM)

Video realizzato in parte con EOS 70D e EF 35mm f/2.0 IS USM, fino al minuto 0:57

Conclusioni

Vi parrà strano, ma anche se Canon non mi paga per queste recensioni (almeno per ora 😉 ) non trovo alcun difetto importante in questa lente, se non la assurda mancanza del paraluce nella confezione di acquisto. Un vizio su cui Canon continua ad insistere differenziandosi in negativo da molti concorrenti.
Per il resto, seppur non certo perfetta (la perfezione esiste ??), questa prime lens moderatamente grandangolare è riuscita ad affascinarmi davvero. Con un prezzo iniziale un po’ fuori mercato, è ora piuttosto abbordabile per chi vuole fare sul serio senza prosciugare i propri averi.
Con 500 euro o poco più (più una cinquantina di euro di consigliatissimo paraluce) ci si porta a casa una lente incredibilmente capace, piacevole da utilizzare, robusta ed affidabile, ed assolutamente adatta agli utenti full frame ed agli utenti di reflex a sensore ridotto.

Canon EF 35mm f/2 IS USM

Pavia, passante

Canon EF 35mm f/2 IS USM

Pavia, Castello Visconteo, interno

Canon EF 35mm f/2 IS USM

Pub Straripa Milano, particolare

Canon EF 35mm f/2 IS USM

Milano, Navigli

2017-01-24T18:54:00+00:00 gennaio 19th, 2014|Prove e Recensioni|64 Comments

64 Comments

  1. stefanodruetta 20 gennaio 2014 at 00:31

    d’accordo su ogni singolo punto, e sul paraluce soprattutto. mi auguro che la cinesata che ho preso a meno della metà del prezzo dell’originale sia altrettanto valido. ti aggiornerò.

    • Neoz 20 gennaio 2014 at 00:52

      L’originale costa una follia ma è realmente di ottima qualità, una volta montato sembra un tutt’uno con il barilotto.
      Ciao !

  2. Luca 20 gennaio 2014 at 12:13

    mi piacciono i Tuoi commenti perché vengono dalla “pancia” i troppi tecnicismi tappano gli occhi, invece in questo modo per chi ama fotografare con prodotti di una certa qualità questo è….a mio avviso..un buon modo di visionare

    • Neoz 20 gennaio 2014 at 19:40

      Grazie Luca, l’idea è proprio di differenziarmi un po’ dai mille siti che parlano di tecnicismi, che, alla fine dei conti, risultano anche un po’ sterili 🙂
      A presto !
      Neoz

  3. paolo 20 gennaio 2014 at 13:17

    Interessantissima recensione sul 35mm. E se ti chiedessi un paragone con il 40mm f2.8 che mi potresti dire in termini di qualita , utilizzo, ecc..?

    • Neoz 20 gennaio 2014 at 19:45

      Ciao !
      Il 40 STM è un’ottima lente per quello che costa, ma a livello di prestazioni l’unica cosa che ha di meglio rispetto al 35mm IS è la dimensione ed il peso inesistenti 😉
      Per il resto le performance sono superiori sul 35 per via dello stop in più di luminosità, per la stabilizzazione, l’autofocus …

      • Paolo 28 gennaio 2014 at 17:31

        e come ottica da portarsi dietro per visitare una citta tipo un weekend in una capitale europea tu cosa consiglieresti?io ho la 6d e il 40 come peso e ingombro è l’ideale pero non è un po limitato come focale?
        Addirittura dopo questa recensione sto quasi pensando di cambiare il 40 con il 35mm….
        io ho anche il 24-105 però sarebbe pesante e ingombrante da portare a spasso tutto il giorno. 🙁
        Al limite una compatta pro??
        Sapresti darmi qualche consiglio?
        grazie mille

        • Neoz 29 gennaio 2014 at 14:45

          Con una 6D non ha senso comprare altro 😉 Portati il 40 per quando vuoi stare leggero e il 24-105 se vuoi essere versatile.
          Io con il 35mm faccio un reportage completo di una città 😉
          Il 35 è ovviamente superiore e ancora più versatile del 40. Lo sto semplicemente adorando.
          Ma usa quello che hai che va benissimo, mica ci devi lavorare 😉
          Un salutone !

  4. Andrea 23 gennaio 2014 at 15:18

    la mia prossima lente sara’ un 35mm avendo a disposizione 700 euro avevo pensato anche al Sigma 1.4 ma non e’ stabilizzato tu che cosa pensi , avrei anche un amico che vende il canon 35l ….quale dei tre?

    • Neoz 23 gennaio 2014 at 17:19

      Ciao.
      Sono tutte lenti eccellenti, quindi ovunque cadi, cadi in piedi.
      La mia scelta è dovuta a :
      – 35 serie L di Canon grande e TROOOOPPOOOO costoso, recensioni non eccellenti rispetto a quello che costa VEDI QUI 🙂
      – 35 sigma ottimo davvero, ho provato la versione per Nikon e mi è piaciuta molto, ma più caro del Canon IS, meno compatto e senza stabilizzazione, che in alcuni casi salva la vita 😉

      Dipende da cosa cerchi. Per me il compatto 35 IS è la soluzione migliore, facendo matrimoni con quelle focali, ed essendo amante del leggero. Vero che gli altri hanno uno stop di diaframma in più …
      Decisione difficile che dipende molto dal tuo stile, quello che fotografi di più e come.

      Un salutone !

      • Andrea 23 gennaio 2014 at 19:38

        grazie per la tua rapida risposta…
        il mio corredo attuale 50 1.4 ,135l , 24 105l (non amo gli zoom)che non uso molto ,amo la foto ritratistica,
        questa estate ho ‘ 4 matrimoni .. e pensavo appunto al 35mm
        il boken del canon 2.0 come lo trovi?
        grazie
        Andrea

        • Neoz 24 gennaio 2014 at 22:26

          Come anche sottolineato nell’articolo trovo che sia di ottima qualità per una focale di questo tipo.
          Bokelicious 😀

  5. Maurizio 29 gennaio 2014 at 12:33

    Ciao Neoz.
    Ho scoperto da poco il tuo blog ed ho apprezzato tantissimo questo articolo.
    Non vorrei esagerare con la tua disponibilità…. ma provo a farti una domanda.
    Sono un appassionato non professionista. Ho una Canon 6D ed i seguenti obiettivi Canon: 24-105 F4L (che ormai prendo nelle situazioni dove non so cosa mi servirà e non posso portarmi dietro tutto lo zaino), un 50mm F1.8II (che non mi gratifica tanto a TA e che uso poco), un 85mm F1.8 (mi capita di sceglierlo poco, ma l’ho usato per dei ritratti e va molto bene), e infine un 40ino (il pancake F2.8) che mi sembra spettacolare, divertentissimo e che mi sto ritrovando a tenere montato sempre di più.
    Quello che mi dà più gusto immortalare, presumo in stile reportage, sono le persone e le emozioni che queste trasmettono in scatti ambientati. In qualche situazione, in interni, ho montato il 24-105 per poter avere un buon grandangolo, ad es. per raccogliere la bellezza archetitettonica di una chiesa in cui cmq stavo fotografando delle persone nella scena. I paesaggi mi interessano poco.
    Mi sta venendo una gran voglia di progredire in qualità su questa lunghezza focale che mi gratifica e sto guardando con moooolta attenzione questo 35……
    Ha senso visto che intanto ho il 40ino? O la differenza con questo non è tale da mettere questo passaggio in priorità e sarebbe meglio completare prima il corredo verso il grandangolo? (e qui ci sarebbe il 24 o il 28 f2.8 nuovo… o qualcos’altro di ancora più corto da identificare…)
    Grazie assai!
    Maurizio

    • Neoz 1 febbraio 2014 at 02:01

      Ciao Maurizio, è sempre difficile rispondere a domande di questo tipo, perchè ogni fotografo o fotoamatore ha il suo stile e i suoi gusti e scegliere una lente tra le migliaia oggi disponibili è sempre pù una questione di guasti ed esigenze personali.

      Ti dico cosa ho fatto io recentemente.

      Adorando i fissi mi sono comprato il 35 f/2 IS (come hai visto) e il 24 f/2.8 IS e li uso nonappena posso evitare pure io il 24-105 (tipicamente durante i matrimoni quando non posso sapere che ottica avrò bisogno nel prossimo minuto).

      Se usi molto la focale 35mm ha senso prendere una lente più completa come questa, al posto del 40 (comunque niente male).
      Se invece ami di più angoli di campo più ampi, ti posso dire che anche il 24 IS è una lente eccellente che non rimpiangerai di aver comprato.
      Oltre 24mm di interessante senza suicidarsi c’è il Sigma 12-24 seconda versione, che prima o poi prenderò anche io per reportage e matrimonio.

      A te l’ardua sentenza.
      Ciao ciao !

  6. Federico 12 febbraio 2014 at 15:51

    Ciao Neoz,
    ho anch’io scoperto da poco il tuo blog e ti faccio i complimenti! Finalmente qualcuno che esprime veramente la propria opinione e non mette grafici e montagne di dati tecnici…
    Ti chiedo un parere, ho da poco acquistato la nuova 100D per avere una macchina leggera da portare sempre con me…l’ho già equipaggiata con il 40no che la fa diventare quasi un giocattolo alla vista (hehe) e con il quale mi sto divertendo molto. Per abbinargli un obbiettivo leggero ma più ampio e di qualità pensavo proprio al 24 2.8 IS ma ho paura che Canon inizi a sfornare a breve nuovi obbiettivi grandangolari STM…che dici? Mi conviene aspettare?Il 10-22 EFS come lo vedi qualitativamente?…la tua prova ufficiale del 24 IS a quando?
    Grazie per l’attenzione e continua così!
    Federico

    • Neoz 12 febbraio 2014 at 23:31

      Grazie, felice che ti piaccia l’impostazione 😉
      Un 24 su APS-C diventa un 38mm, non male come focale specie se stabilizzata.
      Personalmente non credo che Canon sfornerà a breve altri grandangoli fissi, lo ha fatto da pochissimo con 24-28 e 35mm se sono ottiche fantastiche che credo rimarranno per anni a venire.
      Per il 10-22 guarda qui cosa ne penso 🙂

      La prova la farei anche domani, ma ci vuole un sacco di tempo. Devo trovare uno sponsor ^_^

      Ciao ciao !

      • Federico 13 marzo 2014 at 15:17

        Ti ringrazio per la risposta! Ti rispondo solo ora perchè mi era sfuggita la notifica…penso proprio che acquisterò il 24 IS, ora sono proprio convinto!Il 10-22 provo ad aspettare un attimo perchè su internet si fa un gran vociferare di nuovi grandangoli spinti con zoom Canon compatibili anche con FF per il 2014 quindi vediamo…poi so già che quando vedro’ che i nuovi costeranno sui 2000 euro ritornerò a guardarlo e magari lo acquisterò subito e più volentieri abbinato ad un bel cavalletto leggero (ma non troppo) da portarsi in montagna nelle trasferte di più giorni…chissà che qualche ricordo di qualche bel panorama e tramonto non riesca a portarlo a casa con me… 🙂 Ciao!

        • Neoz 13 marzo 2014 at 15:37

          Ovviamente ti auguro soprattutto di portare il bello con te, sempre 😉
          Ciao ciao !

  7. Luigino Framarini 28 febbraio 2014 at 10:47

    Salve, complimenti per questo forum. L’ho appena scoperto e l’ho subito apprezzato per la concretezza e semplicità con la quale dai risposte anche a quesiti ancora non espressi. Ho infatti trovato le risposte alle mie domande. In particolare sul 35mm f2 IS che penso di acquistare.
    Grazie ancora.
    saluti
    Luigi

    • Neoz 28 febbraio 2014 at 10:57

      Felice di esserti utile, un saluto e a presto !
      🙂

  8. SERGIO 5 marzo 2014 at 21:54

    Salve, complimenti per le tue recensioni. Volevo chiederti se in qualità immagini su di ua 7d il 35 mm f2 is in questione è meglio del 50 mm f1.4 . E se il micro usm del 50 mm f1.4 è davvero lento a confronto del usm ad anello del 35mm f2 is.
    Fotografo sopratutto i miei figli ancora un po piccolini e molto in movimento.
    Grazie ancora.
    Sergio

    • Neoz 5 marzo 2014 at 23:55

      Ciao Sergio.
      Il 35mm è una lente molto recente e la sua tecnologia è sicuramente superiore al “vecchio” 50mm.
      Le prestazioni autofocus sono superiori sicuramente anche se il 50 non se la cavava male per niente.
      La qualità ottica è pressappoco del medesimo livello. Realizzare un fisso non “estremo” non è complessissimo e Canon non è certo la prima venuta.
      Su 7D e per la tipologia di fotografia che mi citi ti consiglio il 35mm che è un po’ più ampio e su APS-C è un vantaggio per immagini di ritratto ambientato.
      Hai un po’ di distorsione in più rispetto al 50, ma ci si può convivere a meno di realizzare primi piani, dove il 50mm è, invece, molto più indicato (anzi, sarebbe meglio un 85, la mia focale preferita per ritratto mezzobusto e primo piano).
      Un saluto !
      Paolo

  9. Luigino Framarini 12 marzo 2014 at 23:26

    Ciao, scusa se la domanda può non essere pertinente circa il 35mm f2 sopra descritto. (l’ho comprato pochi giorni fa seguendo il tuo consiglio) Vorrei chiederti cosa pensi del Canon EF 400mm f5,6 o in alternativa 300mm + 1,4x. Il tuo parere in merito?
    Grazie se mi darai un consiglio per quest’altro acquisto per fare foto agli animali in montagna.
    Ciao. Luigino Framarini

    • Neoz 13 marzo 2014 at 01:54

      Ciao !
      Purtroppo per il mio lavoro non ho mai necessità di utilizzare teleobiettivi di quel tipo, quindi non ti posso aiutare con esperienze dirette. Mi spiace.
      Un salutone !
      Neoz

  10. Luigino Framarini 13 marzo 2014 at 08:53

    Ciao, mi scuso e ti ringrazio lo stesso per la cortese risposta. Sai prima di affrontare una spesa…..
    Buon Lavoro.
    Saluti
    Luigi

  11. Antonio 19 marzo 2014 at 16:37

    Ciao! Inannzitutto, complimenti per il tu blog e per la recensione du EOS 70D e l’ottica 35mm IS USM.
    Sono un amatore fotografico, quasi evoluto, che utilizza una 650D e della quale, sinceramente, a parte la praticità del touch-screen, non ho particolarmente apprezzato la qualità d’immagine. Un AWB dal bianco “sporco”, colori dalla tonalità leggermente tendenti al magenta, zone scure troppo scure, ecc..
    Ho deciso di acquisire una nuova macchina, ma che abbia una miglior qualità di immagine e che non presenti tali difetti. LA 70D sarebbe la scelta più logica, ma ho letto da tante fonti che quanto a qualità foto non è che cambi molto (certamente sono attaenti tutti gli aspetti tecnici da te descritti). Dopo aver provato Pentax e Nikon D7100, mi è venuto il sospetto che, ad esempio, i colori e le tonalità di queste siano più reali di quelli Canon. Sono in seri dubbi su quale macchina acquistare: la 70D? Meglio una 6D full frame (ma le mancano flash e un sistema di ficalizzazione decente)? O forse sarebbe meglio detta Nikon D7100 o la FF D610? Quanto alle ottiche ho pensato come zoom di uso generale ad un nuovo Sigma 24-105mm Art (ho letto buone recensioni sul medesimo), un Sigma 35mm f 1.4 (ottimo) ed anche la Canon 35 mm f/2 IS USM. Essendo il mio obiettivo una qualità d’immagine migliore, ma nel contesto di una macchina il più possibile completa di funzioni, potresti aiutarmi con la tua esperienza? Spero di no aver abusato della tua disponibilità!
    Ti ringrazio

    • Neoz 19 marzo 2014 at 16:59

      Ciao !
      Metti tantissima carne al fuoco, mi ci vorrebbe un mese per risponderti argomentando a dovere 😉

      Innanzitutto togliti dalla testa che le macchine che hai citato abbiano differenze abissali nella qualità di immagine, perchè non è così. Dai test di laboratorio canon, nikon, pentax … sono tutte ormai realmente vicine, con una eccellenza probabilmente di Canon e Nikon per la loro storia e per i soldi che avevano in più da investire 😛
      Canon a detta di tutti è forse il marchio che ha una maggiore rispondenza ai colori reali senza fare nulla di particolare (visto che la cosa dipende da 1000 fattori).
      Quindi focalizzati magari sul comprendere perchè non sei soddisfatto delle tue immagini. Il 90 per cento delle volte non è colpa della reflex 😉
      Parlando di APS-C e Full Frame lo fai quasi come fossero simili, ma in realtà sono molto distanti come tipologie di prodotto. La grande differenza è la qualità di immagine globale (ISO, gamma dinamica), ma le FF necessitano lenti migliori per dare il meglio ed un “manico” maggiore per essere spremute a dovere.

      Quindi cerca di comprendere cosa vuoi fare fotograficamente ed ordina le idee. La 70D per me ha una qualità eccellente pur essendo una APS-C e con buona gamma dinamica, ottimo sistema di messa a fuoco, veloce, ergonomica, comoda e con funzioni all’avanguardia.

      Per le lenti ancor di più devi sapere quello che vuoi. Sigma serie Art sono lenti a detta di molti di ottimo livello, ma se potessi scegliere io sceglierei sempre Canon per il migliore controllo qualità ed il migliore “accoppiamento” macchina obiettivo (ma io ci devo lavorare) 😉

      Buoni acquisti, ma non spendere troppo, magari evolvi tecnicamente tu per sfruttare al massimo i tuoi strumenti 😉

      Un caro saluto !
      Neoz

  12. Antonio 19 marzo 2014 at 20:35

    Caro Neoz, ti ringrazio per il tuo immediato riscontro e ti assicuro che terrò conto delle tue preziose valutazioni. Secondo te, allora, potrei restringere la mia scelta tra Canon 70D e 6D, vero? Certo che la 70D, a mio modo divedere sarebbe più completa della 6D (punti focali, video in AF, velocità 7 Fps, flash), per consentirmi di cimentarmi su foto anche d’azione, ma la 6D é attaente proprio perchè è FF e, dicono, sia imbattibile a ISO alti, facendo in modo che, quasi ignorando il livello ISO, si effettui la foto anche a mano libera in buona velocità e, pertanto, ottenendo una qualità d’immagine superiore! (a proposito, come si comporta la 70D ad alti ISO?)
    Insomma, comprerei con fiducia una 70D Full Frame!

    Quanto alle ottiche, ho selezionato le due Sigma citate, proprio per ragioni economiche e no! La 35mm è corrispondente a quella Canon tipi “L”, ma a parità di disimpegno, costa la metà, la 24-105 è concorrente a quella della Canon, costa qualcosa in più, ma le recensioni che ho letto dicono che è superiore come nitidezza. Certo, come tu dici, la Canon deve essere più affidabile quanto a controllo di qualità! Ma le camere Canon non hanno il regolatore di focheggiatura?

    In definitiva, tenuto conto che non vorrei acquistare lenti kit, se comprassi la 70D, quale zoom tuttofare di buona qualità mi consiglieresti? Il Canon 24-105, andrebbe bene? E, poi, per il grandangolo? Come 35mm, seguirei il tuo consiglio con la Canon f/2 IS USM!

    Se, invece comprassi la 6D, sarebbe sempre la 24-105mm Canon? (In tal caso avrei un grandangolo ragionevole). Come 35mm, sarebbe sempre quello!

    Scusa se ti assillo nuovamente e ti ringrazio.
    Antonio

    • Neoz 20 marzo 2014 at 10:33

      La 70D full frame che dici tu c’è. Si chiama 5D Mark III, ma costa 2500 euro almeno 🙂
      Non puoi avere dubbi tra APS-C e FF … se li hai è perchè non riesci ad apprezzarne realmente la differenza e quindi spendi il meno possibile e fatti una 70D. Quante volte ti capita di andare oltre 3200 ISO ?
      A me, onestamente, al di la dei matrimoni in chiesa e nelle location super buie, capita molto poco (in chiesa invece sempre :-)).
      Prendi una bella 70D ed un 17-55 f/2.8 Canon e con meno di 2000 euro hai un kit super.

      Per avere pari qualità con FF devi spendere il doppio. Ovvio che guadagni ad alti ISO, ma chiediti se è veramente il caso. Vedrai che con il 17-55 non sentirai nemmeno il bisogno di un fisso 35mm (anche se i fissi sono sempre una delizia da usare). Con calma valuterai se è il caso di prendere un fisso, quale e di che qualità.
      Questo è il mio consiglio spassionato. Ma se non vuoi seguirlo, qualsiasi cosa tu scelga tra quello che hai citato, è di certo una scelta positiva.
      Un salutone !
      Neoz

  13. Antonio 20 marzo 2014 at 18:27

    Ciao Neoz! Forse non sono stato molto chiaro. So bene che ci sono importanti differenze (non sempre a favore del FF) tra APS-C e FF, ma il mio intento è quello di assicurarmi una macchina che, APS-C o FF che sia, sia superiore alla mia 650, quanto a qualità d’immagine, non solo ad alti iso, ma anche di giorno in piena luce: parlo di gamma dinamica, resa dei bianchi, ombre, ecc.. Come funzionalità e praticità, APS-C per APS-C, sarei rimasto con la 650D, che da tal punto di vista é eccezionale. Se poi teniamo conto dei dati del sito DxO (probabilmente non troppo corrispondenti alla realtà, concordo), c’è parecchia differenza tra Nikon e Canon, in favore della prima.

    Posseggo da anche una Pentax K-5 IIS, che da tale punto di vista, mi ha “aperto gli occhi”, nel senso che, credo a causa della maggior gamma dinamica, percepisco i suoi bianchi più bianchi, i colori più ricchi e gradevoli, della EOS 650D. Non so se investirò su tale Pentax, per un unico motivo: la limitata scelta delle ottiche (anche presso i brand alternativi).

    In ogni modo, il mio scambio di idee con te è stato molto utile e ti ringrazio vivamente per il tempo (e la conoscenza) che mi hai concesso.
    Un cordiale saluto

    Antonio

  14. Mario 28 aprile 2014 at 17:18

    Buongiorno Neoz,
    Sono un ‘fotografo’ molto principiante e, se non è di molto disturbo, vorei approfittare della recensione per qualche domanda generica sugli obiettivi a focale fissa da 35 e 50 mm.

    Possiedo una Canon EOS 600D (quindi non full-frame) e circa un anno fa, dopo aver cercato qualche informazione utile, decisi di acquistare un obiettivo a focale fissa da 50 mm (l’EF 50mm f/1.4 USM), ritenendo che avrebbe potuto essere una valida scelta tutto-fare per ritratti, paesaggi, foto di strada e via discorrendo, con garanzia di una qualità di immagini finalmente ottima.

    In effetti la differenza di qualità delle immagini rispetto a quelle scatate con il tele in dotazione base con il corpo macchina salta all’occhio in modo immediato, anche a un profano come me.

    Pur tuttavia ho anche avuto la sorpresa inaspettata di una versalità che mi è sembrata decisamente inferiore alle attese.
    Concretamente nei ritratti in ambienti chiusi e di dimensioni anguste, spesso non c’è la distanza sufficiente a inquadrare il soggetto per intero.
    Quindi o si va di mezzi busti non particolarmnte gradevoli o bisogna disporsi agli angoli opposti della diagonale della stanza per sperare che il ritratto prenda tutto il soggetto.
    Oppure se voglio un ritratto del volto o mi piazzo ad almeno un metro o viene fuori una specie di mostruosità.
    Stessa cosa nei ritratti all’aperto a figura intera: per far entrare tutto il soggetto nell’inquadratura si è costretti ad allontanarsi tanto e la figura viene rimpicciolita e lontana, troppo lontana.

    Insomma ho idea che la focale da 50mm sia davvero poco versatile, e spesso finisca per penalizzare la qualità degli scatti.

    Per questo comincio a chiedermi se, in realtà, per soddisfare le mie esigenze meglio avessi fatto ad acquistare un obiettivo a focale fissa da 35 mm che con un angolo di campo decisamente più ampio mi avrebbe concesso maggiore versatilità nelle situazioni descritte.
    E’ una intuizione giusta o completamente sballata dalla mia incompetenza?

    Saresti così gentile da darmi un parere al riguardo?

    Molte grazie.

    Saluti,
    Mario.

    • Neoz 30 aprile 2014 at 15:19

      Ciao !
      Un 50mm su APS-C (la tua 600D) diventa un 85mm. Focale tipica da ritratto a mezzobusto e primo piano.
      Probabilmente la focale migliore per la fotografia di strada è 35mm su full frame, e 24mm su APS-C.

      Però 24mm tende ad essere una focale che già distorce un po’.

      In ogni caso ti confermo che 50mm su APS-C non sono certamente una focale versatilissima. Per figura intera ti devi allontanare un po’ e in interni spesso è troppo lunga 😉

      Puoi valutare un fisso più grandangolare, ma tieni in conto un po’ di distorsioni in più.

      Per la street comunque la distorsione di un fisso non rappresenta un grande limite.

      Un saluto !
      Neoz

      • Federico 3 maggio 2014 at 10:15

        Ciao Neoz, confermo pure io la scelta azzeccata del 24mm su aps-c come lente versatile-street e nello specifico la qualità del 24mm IS f/2.8 di cui si parlava e che poi ho acquistato! Ne sono contentissimo 🙂 e ti ringrazio ancora per il suggerimento che mi avevi dato tempo fa’ (anzi, per dirla giusta…un po’ di commenti fa’). Federico

        • Neoz 5 maggio 2014 at 23:53

          Felice di essere stato d’aiuto !
          Un salutone.
          Neoz 🙂

  15. gori campese 26 giugno 2014 at 21:24

    Sei uno in gamba ,scrivi in modo onesto .

    • gori campese 26 giugno 2014 at 21:26

      Avevo puntato quest’ob. ma ero indeciso,ora non piu’

    • Neoz 27 giugno 2014 at 01:08

      Grazie mille 🙂

  16. Paolo 26 giugno 2014 at 21:48

    Ciao grande Neoz!
    Vorrei cambiare il 24-105, e sono indeciso su cosa acquistare.
    Questo è il mio parco ottiche:
    15mm 2,8 / 50 1.4 / 2x 24.105/ 100mm stabilizzato 2,8 canon, 70.200 2.8
    2x 5dmk2 1x6D e 2x 5D mk1

    Sono indeciso tra 2 ottiche, appunto il 35 canon is f2 e il Tamron 24.70 2,8

    Per matrimoni e cerimonie.
    Voglio fare il salto qualitativo, ormai il 24.105 non mi convince più, adoro i fissi, ma la versatilità del 24.70 tamron mi intriga parecchio.

    Cosa mi consigli?

    Paolo 🙂

    • Neoz 27 giugno 2014 at 01:10

      Ciao 🙂
      Ottima lente il tamron, ma non mi ha convinto del tutto come meccanica, fuoco, e stabilizzazione.
      Mi sono tenuto il 24-105.
      È appunto ho comprato il 35 f 2 che sta diventando la mia lente fissa preferita per il wedding.
      Devo dirti altro ? 😉
      Ciao ciao

  17. Umberto 3 agosto 2014 at 17:20

    Ciao Neoz,
    amo questo forum, oltre alla tua competenza hai una grandissima capacità di comunicazione, cosa veramente rara di questi tempi e che ti distingue in positivo da tutti gli altri
    Ho appena acquistato una canon 6D, kit 24-105 di cui sono molto soddisfatto.
    Prima avevo una Nikon D40x, quindi come ottche parto da zero e il 24-105 è un buon punto di partenza, perchè è un ottica versatile ti consente di fare le cose con calma.
    E’ un po’ pesante e in qualche circostanza la lascerei volentieri a casa

    Avevo pensato ad un cinquantino (50 mm f 1.4), poi ho letto questa tua recensione e sono molto tentato da

    Su APS-C non avrei dubbi, su FF che ne pensi? Avevo anche pensato, per avere comunque un 50 mm di acquistare un 50 mm f 1.8 che fa il suo onesto lavoro almeno a certe aperture..senza ovviamente pretendere la luna con cento euro!

    L’anno prossimo vorrei completare la borsa o con un Canon 70-200 f4 stabilizzato o con una focale fissa senza
    svenarmi. Che m consigli?

    • Neoz 6 agosto 2014 at 23:29

      Grazie mille caro 😀
      Ti dico soltanto che per il reportage di matrimonio e ritratto ambientato sto usando tantissimo il 35, è un’ottica che semplicemente adoro.
      Più versatile del 50 ma… è un’altra ottica. Devi capire se ti interessano maggiormente le caratteristiche di un 50 luminosissimo o di un 35 stabilizzato un po’ meno luminoso.
      Lo sfocato che ottieni con il 50 non lo otterrai mai con il 35 e non puoi farci primi piani senza un minimo di sfocatura, ma puoi avvicinarti molto di più al soggetto e creare effetti molto particolari.
      Con 35 IS e 50 1.8 spendi 600 euro circa e hai MOLTO di più di uno zoom, tranne la rapidità di cambio della focale 😉

      Valuta tu. 35 più reportage, ma ci faccio anche i ritratti ambientati, il 50 per ritratto e dettagli, meno versatile, ma sfocato migliore.

      Good luck 😉

  18. Emanuele 6 settembre 2014 at 16:57

    Bella recensione non fa che confermare la mia esperienza col fratello maggiore del 24 e minore del 35 ossia il 28 f2.8 IS USM su apsc e’ molto simile al 50 , avvicinandosi a 45 e su FF un Wide contenuto, e’ secondo me la giusta via di mezzo tra i 2 anche se non e’ F2 ha un buon bokeh , luminoso e riesce a stupire per la nitidezza, ottimo anche per riprese in ambienti bui. Visto il prezzo di acquisto di 749 euro , e’ stato uno sproposito, ma ora sembra essersi abbassato notevolmente. Mi domando come mai queste ottiche non sono molto diffuse ed anche molto snobbate , se avessero messo il cerchietto rosso, forse non sarebbe sceso neanche il prezzo.

  19. gori campese 24 settembre 2014 at 14:55

    Possiedo il 35 mm montato alla 5dm2 ,sull’altra macchina m3 ho montato un 100 mm macro si può fare un’intero matrimonio tranquillamente salvo casi estremi. Ed è tutto un’altro mondo.

  20. Seby 23 novembre 2014 at 21:40

    Ciao Neoz
    sono molto interessato a questa lente che ha una focale per me insostituibile ragion per cui mi ero orientato sul nuovo Sigma Art, purtroppo non so se sono stato sfortunato (ma non credo leggendo sul web) mi sono imbattuto in un esemplare affetto da back focus non totalmente sistemabile neanche con la usb dock, ragion per cui ho deciso di renderla dopo qualche giorno.
    Adesso mi trovo in difficoltà perchè se è vero che con mamma Canon questo tipo di problemi non ne ho mai avuti e anche vero che apparte la mancanza di qualche stop in piu’ (che farebbe davvero comodo per avere uno “stacco” dal soggetto fotografato) questa lente mi sembra un tantino morbida e poco incisa a F2 mentre ad esempio il Sigma quando becca il fuoco a F1.4 ha un incisione paurosa. Tu che mi consigli ?
    Ah dimenticavo complimenti per il tuo blog e per le tue foto.

    • Neoz 24 novembre 2014 at 16:54

      Ciao e grazie per i complimenti innanzitutto 😉

      Il 35 f/2 di Canon credo sia attualmente la mia lente più usata per lavoro. Ritengo che abbia una nitidezza incredibile (altro che morbida 😛 ).
      Se il Sigma riesce a fare di meglio a 1.4 è stato progettato realmente da un genio 🙂

      In ogni caso se la tua lente desiderata è il Sigma prova con un’altro esemplare. Non succede sempre, ma so che succede con le lenti di terze parti. A volte per avere quella perfetta devi provare due o tre pezzi.
      Se vuoi orientarti sul Canon ti posso rassicurare invece dicendoti che a mia esperienza è una lente eccezionale, che sta diventando uno dei miei obiettivi/firma del mio brand di fotografia di matrimonio.

      Non credo proprio che lo troverai morbido. A 2.8 è una lama di rasoio. Leggero, autofocus spaziale, vignettatura presente ma gradevole a f/2 ed estremamente piacevole otticamente.

      😉

  21. Luca 1 dicembre 2014 at 11:14

    ciao! ho letto e stra letto tutto perchè mi piace tantissimo la tua impostazione!!! bravo!
    ora vorrei chiederti un parere..
    è da settimane che mi sto scervellando per prendere una lente luminosa per fare fotografie a concerti; quindi luogo chiuso, poca luce, soggetti in movimento e pubblico accanto…
    al momento ho un canon 16-35 F4 e un canon 70-200 F4 montati su una 70D (che gran macchina…).

    in lontananza con priorità tempi riesco a fotografare stando su 1/100 e correggendo l’esposizione in PP con photoshop ma da sotto il palco, con anche il movimento delle persone intorno, anche col 16-35 non ottengo il risultato di nitidezza/luminosità che vorrei.

    pertanto, nella scelta di un fisso luminoso (scartando il 50 che appunto da sotto il palco potrebbe essere troppo lungo su apsc soprattutto) ero indeciso tra 24 mm (che potrebbe prendere diciamo tutta la band) e un 35mm (con cui potrei fotografare più i particolari). secondo te tra il 2.8 del 24 e il 2 del 35 potrebbe esserci così tanta differenza da far ricadere la scelta sul primo?

    scusa se sono stato prolisso 🙂

    ciao!!

    • Neoz 1 dicembre 2014 at 18:01

      Ciao 🙂
      La differenza di luce tra f/2 e f/2.8 è uno stop pieno. Quindi a f/2 entra il doppio della luce 😉
      Questo vuole dire che puoi lavorare ad un tempo il doppio più rapido o ad ISO inferiori di uno stop pieno.

      Valuta tu se la priorità per te è una o l’altra (maggior angolo di campo).

      Entrambe le lenti sono ottime.

      Se vuoi di più purtroppo i 24 f1.4 costano un occhio della testa a meno di non prendere qualcosa di Samyang con fuoco manuale, ma non so se il fuoco manuale ti può bastare ai concerti.

      Valuta la cosa anche pensando ai soldi.

      Uno stop per molti è tanto, dipende poi da come lavori e dove. E a se a tua esperienza 2.8 basta o meno nei tuoi lavori.

      😉

      Ciao ciao !

  22. luca 2 dicembre 2014 at 00:36

    grazie mille neoz!
    la risposta sulla luce adesso ce l’ho… ora mi manca di capire se mi può bastare un 35 o mi serve necessariamente un grandangolo più ampio come il 24…
    certo che è più semplice allontanarmi dal soggetto che avvicinarmi.. per cui a logica dovrei preferire un 35… 🙂

    grazie ancora di tutto!!!!!

    • Neoz 2 dicembre 2014 at 14:53

      Felice di dare una mano quando posso 😉
      Tieni presente che una focale non serve solo ad inquadrare un angolo di campo maggiore o minore, è anche un linguaggio differente.
      Un’immagine a 24mm con qualche passo avanti rispetto ad un 35mm non è comunque la medesima immagine 😉

      Al di la di questo il tuo ragionamento di “convenienza” è comunque corretto.

      Un saluto ! 🙂
      Neoz

  23. Luca 18 dicembre 2014 at 12:42

    eccomi… ebbene… ho preso il canon 50mm f1.4 e ti devo dire che ne sono rimasto stracontento!!!!

    grazie ancora e buon bloggeraggio 🙂

    • Neoz 18 dicembre 2014 at 15:59

      Felice della tua scelta azzeccata 🙂
      A presto !
      Neoz

  24. Marco 20 giugno 2015 at 12:41

    articolo e video sono interessanti.
    personalmente avrei usato un cavalletto o una steadycam.
    se vuoi fare video a mano libera e non vedere i mosso non serve lo stabilizzatore, ma un obiettivo fisheye che corregge i bordi al movimento della mano e non crea l’effetto fastidioso.
    Di contro, i video con i fisheye mi danno l’impressione di bassa qualità.
    non credo che i registi cinematografici li usino..

    • Neoz 21 giugno 2015 at 16:48

      Il cavalletto è stato usato per parte del video, ma la seconda parte voleva essere “mossa” 🙂
      Un fisheye onestamente non c’entra nulla con quello che volevo fare 😛 Avrei visto tutto lo studio ^_^
      Se voglio stabilizzare uso la steady, il rig o il monopiede video con testa fluida 😉

      Ciao !

      • marco 21 giugno 2015 at 18:44

        se metti un video del genere per un obiettivo IS penso che vuoi mettere in evidenza una eventuale utilità dello stesso per i video. altrimenti dimmi tu cosa volevi evidenziare.

        • Neoz 22 giugno 2015 at 11:09

          Certo, ma l’IS è utilissimo per i video. Prova la differenza 😉
          Poi sappiamo tutti che l’ideale è un’altro metodo di stabilizzazione, ma non sempre si può utilizzare …
          Comunque il 35 qui è usato su cavalletto quindi il video non voleva mostrare l’efficacia dello stabilizzatore, solo la qualità video raggiunta.
          😉

  25. Gori Campese 23 giugno 2015 at 15:41

    Sto usando il 35 mm canon stab sull mark 3 è impressionante ,.non c’è buio che tenga

  26. Lino 10 febbraio 2016 at 13:04

    Solo un saluto e complimenti per le ottime recensioni che proponi, dettagliate e di grande interesse…specie per noi canonisti!
    Buon lavoro.

    • Neoz 4 marzo 2016 at 16:05

      GRAZIE CARO ! 🙂

  27. Angelo 29 marzo 2016 at 20:34

    Ottima recensione. Grazie per le pregevoli informazioni, utilizzo da qualche settimana questa lente con paraluce, aimè acquistata a parte, ho scattato solo qualche foto ed ho subito notato la bellezza delle immagini che restituisce, bella lente. Condivido questo articolo. Ciao Neoz

    • Neoz 24 maggio 2016 at 07:47

      Un saluto anche a te !
      Neoz

  28. Claudio 30 aprile 2016 at 20:23

    Ciao neoz! Complimenti per il blog! Ben fatto…! Io dovrei acquistare la prima reflex…vengo da una fotocamera bridge fuji…la mia idea è di spendere il minimo sindacale per il corpo…e magari spendere un pò di piú sulle ottiche…detto questo il corpo al 99% sarà una 100d (ihih …è piú piccolo della mia attuale bridge!) come ottiche…avrei pensato di prendere la macchina in kit con il 18 135…oppure solo corpo e per ora abbinare questo 35 f2…per avere una bella lente…del 18 135 nn sono pienamente convinto…forse come prima lente è meglio…che ne pensi? Ciao!

    • Neoz 24 maggio 2016 at 07:58

      Ciao ciao !
      Ti direi evita pure il 18-135 e magari prendi il 18-55 IS e il 35 f/2 come lente fissa. Molto meglio 😉
      Non ho mai amato le lenti ad ampia escursione perche sono lente, buie e qualitativamente limitate.
      Un saluto !
      Neoz

  29. Ignazio 5 ottobre 2016 at 19:06

    Ho trovato la tua recensione spulciando su Amazon, e mi sembra un ottimo lavoro: ho da poco affiancato alla mia 70D una 6D, e credo che i 35mm le calzino a pennello!

    [In realtà, temo di rischiare un attacco di shopping compulsivo, perché ho paura che anche i 135mm dell’F/2 L si sposerebbero molto bene con la 6D, ma nella vita bisogna darsi delle priorità, e poi ho già il 100mm Macro IS L come lente – anche – da ritratto.].

    Poi ho visto che gestisci anche dei workshop, per cui ho registrato il tuo blog tra i preferiti del mio browser e magari un giorno mi iscriverò a uno dei tuoi corsi.

    Quindi: grazie per aver condiviso la recensione, e magari un giorno ci vedremo!

    I.

    • Neoz 11 ottobre 2016 at 17:39

      Mi fa piacere se ti sono stato utile 🙂
      Ti aspetto volentieri ad uno dei miei prossimi eventi didattici !
      Un saluto !
      Neoz

Comments are closed.