Due immagini street fashion “svelate”

In questo post vi voglio “raccontare” due immagini realizzate di recente per la modella Iman e per il suo Fashion Blog.

Non è un segreto che io non sia un grande amante di Milano come città, come stile di vita … Ma a volte ci passeggi e trovi dei set a cielo aperto pronti all’uso, come il secondo piano della Stazione Garibaldi, praticamente inutilizzato e pronto a comporre immagini street fashion di grande impatto. In questa composizione ho optato per una focale 85mm (la mia preferita in assoluto per la fotografia di persone) aperta a f/1.8, componendo il tutto con le linee non parallele ai lati del fotogramma per dare maggiore dinamismo.
Chi mi conosce sa quanto poco io ami le immagini “stortate” senza senso, ma in questo caso la scelta mi pareva funzionale alla composizione ed alla posa dinamica della modella.
Il controluce pieno e la difficoltà nell’esporre perfettamente l’immagine, unita alla impossibilità pratica di utilizzare un flash (perchè il set non lo permetteva e per il il fatto che eravamo in un luogo pubblico in cui operare velocemente) ha reso necessaria un’esposizione compromesso che è poi stata sistemata in postproduzione utilizzando Capture One Pro 10 e Photoshop.
Niente ritocchi “spinti”, ma operazioni mirate alla equalizzazione tonale. Non volevo perdere completamente i dettagli del “cityscape” posteriore e nemmeno creare una silhouette di Iman. Acquisire l’immagine a 400 ISO mi ha permesso un tempo di scatto di sicurezza mantenendo il RAW pulito in previsione di una successiva apertura delle ombre per la schiarita del soggetto.
Il crop finale ha ridotto appena il fotogramma originario mantenendo il faretto in alto a destra, che mi pareva contribuisse a rendere interessante la composizione.

Questa seconda immagine è stata realizzata all’interno di un locale in apertura in zona Brera, ancora deserto, per utilizzare il quale ho chiesto cortesemente al gestore. Realizzata sempre con un 85mm a f/1.8. 1/320 sec a 1600 iso, mano libera attraverso la vetrina.
La luce interna era calda (tungsteno), ed entrava tantissima luce ambiente più fredda, non solare diretta. Lo si nota osservando i due lati del viso che hanno temperatura di colore differente.
Passando per questo locale ho visto questo tavolo e ho immaginato che gli elementi di arredo sfocati al massimo dall’ampia apertura del diaframma avrebbero contribuito (assieme alla vetrina attraverso la quale volevo riprendere la scena) a creare una atmosfera “dreamy”.
In due minuti ho chiesto a Iman di sedersi nel posto che preferivo e le ho dato due rapide indicazioni; dopodichè sono uscito all’esterno ed ho continuato a guidarla un po’ a gesti attraverso la vetrina. 😀
Dopo i primi scatti è uscita questa, con questa espressione particolare di chi sta leggendo un menu’ e viene distratto da qualcosa accanto …
Mi è piaciuto molto.
L’outfit credo si sposi bene con lo stile dell’immagine riprendendone in parte le tonalità fredde di base.
La post è stata realizzata con Capture One Pro 10 e con un tocco finale in Photoshop. Modifica leggera dei colori, contrasti e luminosità complessiva.

Se tutto questo non vi basta c’è anche questo video dove vi parlo in dettaglio della seconda immagine. Spero che sia di vostro gradimento 🙂

2017-01-12T12:29:33+00:00 gennaio 12th, 2017|Backstage, Foto|Commenti disabilitati su Due immagini street fashion “svelate”